.
Annunci online

crepax
Amare! Amare! Amare!


la Politica


3 novembre 2008

"...se fosse così..."

vivo in una regione di peracottari!




permalink | inviato da crepax il 3/11/2008 alle 0:0 | Leggi i commenti e commenta questo postcommenti (0) | Versione per la stampa


17 luglio 2008

"L'Abruzzo Cambia"

Chesputtanamento...




permalink | inviato da crepax il 17/7/2008 alle 0:2 | Leggi i commenti e commenta questo postcommenti (0) | Versione per la stampa


1 maggio 2008

"w l'Italia"

L'assassino di Gabriele Sandri è tornato ieri in servizio con la stessa pistola di ordinanza. L'assassino di Filippo Raciti è uscito ieri dal carcere per scadenza dei tempi di custodia cautelare.

W l'Italia!




permalink | inviato da crepax il 1/5/2008 alle 12:21 | Leggi i commenti e commenta questo postcommenti (2) | Versione per la stampa


18 aprile 2008

"Veltroni salverà l'Italia?"

Le urne hanno dato il loro responso e per Veltroni, e tutto l’universo comunista italiano, inizia una lunga riflessione che ad oggi è difficile dire dove ci porterà. La sinistra non ha più rappresentanza politica in Parlamento, questo è certo, ma pensare che sia scomparsa non corrisponde di certo alla realtà delle cose. Nelle regioni, nelle provincie e nei comuni d’Italia, sono davvero tante le amministrazioni con al loro interno esponenti di quell’area. I sistemi elettorali presenti a livello amministrativo garantiscono ancora, a differenza di quello nazionale, rappresentanza politica nelle istituzioni anche ai partiti minori. Questa situazione, per quanto mi riguarda, rende meno esplosiva la realtà politica italiana. Infatti, per il mondo comunista e movimentista, da sempre di lotta e mai di governo, diventa più difficile prendere la deriva delle piazze e della lotta politica sotto ogni forma. La mancanza di una sponda istituzionale nelle Camere, con cui dialogare e grazie alla quale essere in qualche modo guidati e controllati, è in parte bilanciata dalla presenza nelle amministrazioni locali. Spetterà però a Veltroni, nel bene e nel male, aprire con quel pezzo di società un dialogo che eviti la deriva extra-parlamentare e cose assai peggiori. Il paradosso sarà vedere i comunisti obbligati a scendere a patti con il proprio carnefice se vogliono rimanere nell’alveo istituzionale. Oggi i movimenti, i no global e i centri sociali non hanno nessun riferimento politico che li controlli e che li guidi, e questo mi spaventa. Veltroni aprirà con loro un dialogo al fine di preservare l’Italia da lotte politiche senza se e senza ma, spostando fatalmente l’asse della sua opposizione a sinistra e lasciando il fianco centrista del suo elettorato nel mirino di Berlusconi. La sfida di Veltroni sarà quindi quella di salvare l’Italia dalla deriva extra-parlamentare dei (post) comunisti. Ne sarà capace?




permalink | inviato da crepax il 18/4/2008 alle 18:14 | Leggi i commenti e commenta questo postcommenti (0) | Versione per la stampa


16 marzo 2008

"30anni"

Onore allo statista Moro, l'uomo delle "convergenze parallele", mica noccioline!




permalink | inviato da crepax il 16/3/2008 alle 10:53 | Leggi i commenti e commenta questo postcommenti (0) | Versione per la stampa


15 marzo 2008

"Molti nemici molto onore"

I miei sono a Cuba (sarei dovuto essere li con loro - forse più di loro!) invece qui a lavorare per la mia passione e a volte per la mia vanità. Ieri sera ho scoperto che a distanza di anni il mio nome suscita ancora timore in alcuni ambienti giovanili. Bene. Anche questo è il successo.




permalink | inviato da crepax il 15/3/2008 alle 9:31 | Leggi i commenti e commenta questo postcommenti (0) | Versione per la stampa


29 febbraio 2008

"Campagna elettorale 2"

Se ne parla tanto, forse troppo, ed eccovi serviti: una summa concentrata del trend elettorale dei due max partiti Italiani da gennaio ad oggi; la sintesi è basata sui max istituti di ricerca nazionali.
(fonte tocqueville.it)













permalink | inviato da crepax il 29/2/2008 alle 19:54 | Leggi i commenti e commenta questo postcommenti (0) | Versione per la stampa


15 gennaio 2008

"Un gruppo di vergognosi fascisti!"

Impedire al Papa di far visita alla Sapienza e di esprimere le proprie idee, giuste o sbagliate che siano, denota chiaramente come i giovani comunisti dei collettivi siano allo stesso livello dei fascisti.




permalink | inviato da crepax il 15/1/2008 alle 17:43 | Leggi i commenti e commenta questo postcommenti (3) | Versione per la stampa


8 gennaio 2008

"Cortocircuito democratico"

La città medaglia d’oro al valor militare per i sacrifici della sua popolazione durante la guerra di liberazione è stata ridotta dai suoi attuali governanti ad un cumulo di immondizie. Un danno d’immagine difficilmente riparabile e di sicuro non risarcibile. Assistiamo increduli alla sconfitta dello Stato e più precisamente alla sconfitta della Politica e delle Istituzioni di ogni ordine e grado. A porta a porta va in onda la sagra del trash. Lì la vera immondizia: con una politica impotente e cialtrona che discute del nulla e gioca allo scarica barile, con tanto di eco balla inodore portata lì direttamente da Cinecittà. Una politica incapace di decidere e di assumersi le proprie responsabilità ha mostrato tutta la sua inettitudine. C’erano proprio tutti: il razzista, il maestrino, il ridicolo, il bugiardo, l’incazzato, l’ottimista, il menefreghista. Uno spettacolo indecente ed increscioso che ha dipinto uno spaccato di un’italia (la “i” minuscola è voluta) davvero deprimente. Scarica di qui, scarica di là, ed ecco che la colpa secondo gli illustri e cialtroni ospiti è dei cittadini! Come dare torto a Bassolino & Co.: d’altronde avere votato per 15 anni un ignorante come lui non è di certo stata la cosa più geniale ed opportuna. Ma il popolo è ignorante per definizione e per questo va assolto di diritto. Questo principio non vale di certo per chi amministra, che invece dovrebbe (il condizionale è d’obbligo) essere lungimirante e colto. Napoli purtroppo è solo la punta dell’iceberg di un’italietta (la “i” minuscola è voluta) resa tale da politici corrotti ed ignoranti. In provincia di Chieti, ad esempio, abbiamo un presidente che non conosce la storia e che per promuovere i centri per l’impiego usa la triste frase “Arbeit macht frei”! (scritta campale all’ingresso del campo di sterminio di Auschwitz negli anni della guerra) e notato lo svarione, altrettanto candidamente, dichiara “l’avevo sentita da qualche parte e mi era piaciuta”! Sic stantibus rebus il vento dell’antipolitica non può che alimentarsi, e non potrebbe essere altrimenti pensando a chi ci amministra. Gli Italiani, quelli ancora orgogliosi di esserlo, sono stanchi di questa Pochezza e di questo Pressapochismo! Vogliono persone capaci, lungimiranti e intelligenti. La Politica non può più permettersi di essere improvvisata e arrangiata. Il Paese ha bisogno di risposte chiare, concrete e realizzabili. Per fare ciò sarebbe opportuno smetterla di parlarsi addosso a porta a porta e di iniziare a farlo nelle Camere del Parlamento! Non è possibile che tutti i politici lancino proposte sui giornali, ricette miracolose in televisione, pozioni magiche ed affascinanti in internet e a queste non seguano i fatti! La politica non è e non può essere solo mass/media. Questo errore può portare a conseguenze piuttosto gravi, una delle quali è l’emergenza rifiuti a Napoli. Tutti i politici negli ultimi anni si sono rincorsi con dichiarazioni sui giornali, con conferenze stampa, con partecipazioni a vari salotti televisivi nel dare il proprio contributo alla soluzione di diversi problemi, non ultimo quello dei rifiuti in campania. Il risultato è stato che alle belle, bellissime parole, non sono seguiti i fatti. Gli assidui frequentatori dei salotti televisivi si sono dimenticati di riportare quelle dichiarazioni in documenti ufficiali aventi il sigillo di Stato. Come se dirlo in televisione significasse averlo fatto! Grazie al cielo sono ancora le istituzioni i luoghi in cui si fanno le leggi e si prendono le decisioni. Ma questi politici, forse troppo ignoranti per saperlo, hanno evidentemente scambiato la televisione, ed i mass/media in generale, come i luoghi in cui si fanno le leggi e si prendono decisioni. La realtà è ben diversa da quella in cui sognavano di stare. La massima di fare, fare bene, e farlo sapere è stata amputata e privata della sua parte più importante: quella di fare! Come se farlo sapere fosse sufficiente a governare uno Stato ed una Nazione. Ignoranti!

 




permalink | inviato da crepax il 8/1/2008 alle 15:22 | Leggi i commenti e commenta questo postcommenti (0) | Versione per la stampa


19 novembre 2007

"Paradossi"

Il Partito del Popolo della Libertà: ma non vi suona come qualcosa di cinese? quasi come qualcosa di comunista?




permalink | inviato da crepax il 19/11/2007 alle 15:37 | Leggi i commenti e commenta questo postcommenti (1) | Versione per la stampa


5 ottobre 2007

"Meritocrazia dove sei?"

È proprio vero: questo è il paese dei furbetti. Questa è l’Italia del clientelismo e del malaffare, dei nepotismi e della vigliaccheria. Non è più l’Italia, ammesso e non concesso che lo sia mai stata, delle personalità e delle intelligenze, non è l’Italia del merito e del coraggio. Ovunque mi giro vedo la raccomandazione dell’ignorante, la vittoria del furbetto, il trionfo della spocchia dei vigliacchi. Vedo le clientele strisciare e sopraffare la buona fede ed il talento dei vincenti. Non mi meraviglio di vedere i miei coetanei partire per altre nazioni e luoghi dove il merito è premiato. Non mi meraviglio di assistere alla lenta agonia delle istituzioni, né tantomeno al lento declino delle passioni e della cultura. Gli ospedali sono pieni di medici (non tutti per fortuna!) che hanno ottenuto la specializzazione, grazie al nepotismo e al baronaggio, non di certo per il merito. I meritevoli sono troppo spesso lasciati e dimenticati nelle sale d’attesa. Risultato? La malasanità! Le università sono piene di professorini lacchè di altri soloni, e per un dottorato, una cattedra, una collaborazione a contratto inizia il walzer delle raccomandazioni. Il risultato sono Università ben al di sotto degli standard europei per qualità e serietà. I partiti sono pieni di disoccupati o pensionati in fila per un posto in un consiglio di amministrazione o in qualche ente strumentale. Tristemente vuoti di giovani meritevoli e passionali, senza alcun doppio fine e motivati soltanto dalla voglia di vivere in un paese migliore. I comuni e le pubbliche amministrazioni in generale sono piene zeppe di raccomandati senza alcun merito, se non quello di contribuire al declino del sistema paese! Siete mai entrati in un qualsiasi Comune a chiedere un’informazione? Chi non lo ha ancora fatto ci vada e mi faccia sapere! Chi dovrebbe tutelare è troppo lontano dalla realtà quotidiana che si vive a Scampia, a Brancaccio e nelle 167 d’Italia. Vogliamo parlare delle ferrovie? Felice ricovero di migliaia di scansafatiche felicemente raccomandati. Risultato? Treni in ritardo, a volte soppressi, sporchi e senza servizi, degni di un paese in via di sviluppo. Potrei continuare, ma per amor di patria (è proprio il caso di dirlo!), mi fermo qui. Non è peccato aiutare qualcuno a trovare un lavoro o mettere a disposizione le proprie conoscenze per favorirne la riuscita professionale. È peccato spingere le incompetenze e gli incompetenti nei posti chiave della società! Favorire l’inserimento nel mercato del lavoro dei meritevoli e degli intelligenti è un servizio al sistema Italia! Questo è il punto. Premiare il valore, le competenze ed il merito. Capirlo non sarà mai troppo tardi.

 




permalink | inviato da crepax il 5/10/2007 alle 14:1 | Leggi i commenti e commenta questo postcommenti (0) | Versione per la stampa


3 ottobre 2007

"Par-te-ci-pa-zi-one"

Non lasciate che la paura di perdere vi impedisca di partecipare...




permalink | inviato da crepax il 3/10/2007 alle 12:45 | Leggi i commenti e commenta questo postcommenti (0) | Versione per la stampa


21 settembre 2007

Politica o antipolitica?

Ho sempre pensato che la politica sia pensiero e azione. Una politica fatta di azione senza pensiero è opportunistica e semplicemente contingente alle situazioni quotidiane, incapace di guardare lontano. Una politica fatta di pensiero senza azione è una politica intellettuale, spesso autoreferenziale e lontana dalla gente. Il giusto equilibrio è sicuramente un mix tra intellettualismo e pragmatismo. Facile a dirsi difficile a farsi. Non mi meraviglio quindi del rigurgito anarchico che si nasconde dietro il sentimento dell’antipolitica. Se la politica è sfruttamento, è volgare nei modi, incapace di informare e di dialogare con i cittadini, perché troppo impegnata a decidere chi deve prendere quello o quell’altro incarico, se la politica è divoratrice di denari pubblici e incapace di aiutare a soddisfare le piccole necessità quotidiane dei cittadini, allora sono per l’antipolitica! Ma se al contrario la politica è passione, partecipazione e trasparenza, capace di aggregare e di comunicare la propria direzione, capace di rendere i cittadini coscienti del proprio futuro, dei propri diritti e non solo dei propri doveri, lungimirante e visionaria, allora sono e sarò sempre per la Politica! Il punto è proprio questo: definire cosa sia la politica e cosa l’antipolitica. Definito l’ambito e lo spazio in cui si muovono l’una e l’atra definizione, possiamo con chiarezza, ma soprattutto con coscienza definirci vicini al mondo della politica o dell’antipolitica. Detto questo è interessante notare come chi si ritenga vicino all’antipolitica è anche chi non la vive, non l’ha mai vissuta e ne ha soltanto sentito parlare, oppure nel migliore dei casi né ha avuto un piccolo assaggio sufficiente per farlo andare predicando in giro che la politica fa schifo, che sono tutti uguali e roba del genere. Troppo semplice battere in ritirata ed incolpare dei mali del paese la Politica piuttosto che le persone arroganti ed ignoranti che la gestiscono e la governano! Molto più difficile farla, con onestà, chiarezza ed una buone dose di coraggio, per portare nel proprio piccolo un contributo che ha l’ambizione di voler invertire la rotta. È la partecipazione la chiave di una nuova politica non di certo l’antipartecipazione o la critica fine a se stessa. Chi parla di antipolitica si rimbocchi le maniche e inizi a fare Politica, quella con la “P” maiuscola, di cui ho già dato per quel che mi riguarda la definizione.

 




permalink | inviato da crepax il 21/9/2007 alle 15:16 | Leggi i commenti e commenta questo postcommenti (2) | Versione per la stampa


5 agosto 2007

"Libertà va cercando, che si cara sa come chi per lei vita...."

Ho la mia coscienza e la mia libertà di pensiero a darmi forza. Sono un uomo libero, schiavo di nessuno, i miei compromessi sono sui contenuti e non sulle simpatie o antipatie personali, odio e ripudio ogni forma di leccaculismo, disprezzo i mentecatti che si atteggiano a grandi uomini, onoro chi conosce i suoi limiti, detesto la sopraffazione, le arroganze verbali e fisiche, preferisco il dialogo ed il confronto, mi fanno incazzare le quantità, prefersico le qualità, vomito dal nervoso di una politica DILANIATA dal qualunquismo, dal me ne frego, dal si vedrà, dal ci vuole ben altro, dal mica vorrai cambiare il mondo, dalla politica è così, voglio una scarica di adrenalina che mi svegli e che mi dica che non vivo in questo sistema degenerato e becero, che mi sussurri lentamente all'orecchio che domani è un altro giorno, che dietro l'angolo c'è la rinascita, la presa di coscienza, il ritorno delle intelligenze, la voglia di evolversi...(segue)...




permalink | inviato da crepax il 5/8/2007 alle 12:29 | Leggi i commenti e commenta questo postcommenti (0) | Versione per la stampa


3 agosto 2007

"Memoria storica II"

Onore ai caduti di tutte le rivoluzioni...




permalink | inviato da crepax il 3/8/2007 alle 11:14 | Leggi i commenti e commenta questo postcommenti (0) | Versione per la stampa


4 giugno 2007

"La Sanità"

Avete mai provato a prenotare una visita medica al cup del vostro ospedale?
la procedura è questa:
1) il vostro medico curante vi rilascia l'impegnativa in cui certifica il tipo di visita da sostenere.
2) con la stessa vi presentate presso gli sportelli della vostra asl e pagate il dovuto.
3) l'impiegato di turno vi dirà il giorno, l'ora e dove verrete sottoposti alla visita.
(tra il giorno della prenotazione e la data effettiva dell'esame o della visita i tempi sono a dir poco biblici)
4) fate la visita  qualche mesetto più in là dalla prenotazione e probabilmente il dottore vi chiederà di tornare per ulteriori accertamenti e constatare che la cura prescritta abbia buon fine.
5) allora tornate dal vostro medico di famiglia.
6) vi fate rilasciare una nuova impegnativa in cui c'è scritto "visita di controllo" (questa dicitura porta il paziente a risparmiare all'incirca il 50% del costo effettivo della prestazione).
7) tornate al cup per fare la prenotazione e pagare il dovuto.
8) se siete fortunati la visita di controllo è nei 30 giorni successivi alla data della vostra prenotazione e pagherete il famoso 50% in meno.
9) se vi dice male la visita è oltre 30 giorni dalla data della prenotazione e quindi pagherete la visita come se fosse la prima a tariffa intera e non come "visita di controllo" al 50% (circa) in meno.
10) LO STATO CI PRENDE PER IL CULO!

quando una visita di controllo è entro 30 (trenta) giorni dalla prima?  praticamente è più facile vedere la neve ai caraibi.




permalink | inviato da il 4/6/2007 alle 22:48 | Leggi i commenti e commenta questo postcommenti (0) | Versione per la stampa


26 febbraio 2007

"L'anatra zoppa"

...un colpo al cerchio...ed un colpo alla botte...i dico per la sinistra radicale...e la legge elettorale per i centristi moderati...avanti Savoia!




permalink | inviato da il 26/2/2007 alle 12:56 | Leggi i commenti e commenta questo postcommenti (0) | Versione per la stampa


22 febbraio 2007

"La caduta"

...Senti che BOTTOOO!!!...




permalink | inviato da il 22/2/2007 alle 13:26 | Leggi i commenti e commenta questo postcommenti (4) | Versione per la stampa


15 febbraio 2007

"BR - Bei Rincoglioniti"

BieRReee??? iùù...ci siete??? BieRRee? siamo nel duemilasetteeee!!! svegliaaa! siete passate di moodaaa! mi sentiiiteee?? vivete nel medioeevooo!!! poveriiii coglioooniii!!! almeno cambiatevi nomeee che fate più bella figuraaaa...




permalink | inviato da il 15/2/2007 alle 23:15 | Leggi i commenti e commenta questo postcommenti (0) | Versione per la stampa


27 gennaio 2007

"Mancanza di spindoctor"

Brevemente: Tizio capogruppo in regione di alleanza nazionale viene invitato ad un convegno sulla sanità regionale; nel merito la sanità regionale è al centro di un piano di riordino che prevede la soppressione di alcune ASL al fine di razionalizzare le spese; il manager che ha ideato questo piano è marchigiano; a questo punto Tizio (il politico in questione) dopo aver ampiamente sparato a zero sull'oggetto del convegno ricorda alla platea un vecchio adagio popolare: "meglio un morto in casa che un marchigiano alla porta", il tutto per meglio sottolineare la sua contrarietà al piano di riordino della sanità e la sua ostilità personale nei confronti del manager "marchigiano"; la platea entusiasta applaude! io desolato mi alzo e me ne vado.




permalink | inviato da il 27/1/2007 alle 21:58 | Leggi i commenti e commenta questo postcommenti (1) | Versione per la stampa


2 dicembre 2006

"Come rosico!!!"

Mentre a Roma si consuma l'evento politico dell'anno (almeno per quanto riguarda la cdl) - era dal 1998 che piazza san giovanni non era la cornice di un raduno del centrodestra - io sono rimasto con profondo rammarico a casa a studiare per il mio esame di stato, che rosicata!!! ma grazie al cielo c'è la Tv, mediaset naturalmente! Vai Silvioooo!!! continua ad essere garante del bipolarismo, continua a garantire una visione bipartisan dell'Italia, continua ad essere il nostro leader! sei un grande!




permalink | inviato da il 2/12/2006 alle 17:30 | Leggi i commenti e commenta questo postcommenti (8) | Versione per la stampa


16 settembre 2006

"Ma mi faccia il piacere"



Se la sono presa per delle simpatiche caricature (PECCATO!!!) (tuoni fulmini e fatwe) adesso se la prendono col Papa (PECCATO!!!) (tuoni fulmini e indignazione parlamentare) eppoi dicono di essere per la Pace e si fanno esplodere per andare dalle Vergini e fare l'Amore e non la Guerra! che Santi! ma glielo hanno detto che Maometto ha lo Jus Prime Noctis?




permalink | inviato da il 16/9/2006 alle 13:59 | Leggi i commenti e commenta questo postcommenti (4) | Versione per la stampa


12 agosto 2006

"L'immagine"

False aspettative convinzione profonda che prima o poi avrebbe capito qualcosa, ma è solo un uomo logorato dal potere (che non ha) e che quando aveva ha solo dissipato in improbabili acrobazie strategiche che hanno segnato inevitabilmente il suo tramonto, oggi ha poco (forse non ne è ancora cosciente o non ne vuole prendere coscienza) e quel poco ha anche la presunzione e l'arroganza di dissiparlo, la spiegazione altro non è che un colpo di coda di una persona oramai impotente che per dimostrare qualcosa a se prima ancora che agli altri si diverte a fare la guerra dei poveri...si dei poveri!




permalink | inviato da il 12/8/2006 alle 13:37 | Leggi i commenti e commenta questo postcommenti (2) | Versione per la stampa


10 giugno 2006

"Morire di Politica"

La pace la lealtà i valori più autentici della società civile che sono di tutti e non appartengono a nessuno in particolare; questo ho in mente questo posso dirvi dopo aver rischiato di essere investito da chi ha il coraggio e la FACCIA di definirsi comunista! ieri sera a pochi minuti dalla fine effettiva della campagna elettorale trovo un militante di sinistra della mia città a strappare un manifesto del mio candidato sindaco mi fermo e chiedo spiegazioni dell'inutile quanto infantile gesto...la risposta: una vera e propria aggressione fisica e verbale da parte del LEALE e del PACIFISTA! tutto qui? NO! quando mi vedo costretto a chiamare la polizia lui scappa sale in macchina e cerca di investirmi! si investirmi! sotto choc e dolorante vado al pronto soccorso...ma la ferita più grande è la consapevolezza della sconfitta del dialogo della civiltà della moderazione...ha perso la POLITICA! e qualcuno dovrebbe vergognarsi!!!




permalink | inviato da il 10/6/2006 alle 14:4 | Leggi i commenti e commenta questo postcommenti (8) | Versione per la stampa


28 maggio 2006

"Il Grande Giorno"

Buon Voto!


Men at some time are masters of their fates...(Shakespeare)




permalink | inviato da il 28/5/2006 alle 12:53 | Leggi i commenti e commenta questo postcommenti (6) | Versione per la stampa


8 aprile 2006

"Par condicio goliardica"

La vedova di D'Alema si incontra con la vedova di Prodi e con la vedova di Bertinotti per andare al funerale di Fassino. La fine della barzelletta non la ricordo, ma l' inizio mi sembra buono...


In una villa di Arcore:
- Silvio, c’è un sacerdote alla porta; chiede qualcosa per la costruzione di una piscina per i bambini del quartiere.
- Dàgli due secchi d’acqua.



:-)




permalink | inviato da il 8/4/2006 alle 14:58 | Leggi i commenti e commenta questo postcommenti (0) | Versione per la stampa


30 marzo 2006

"Il mio lavoro"

10 giorni! 10! di lavoro di creazione di ideazione di posizionamento di difficoltà di felicità...oggi sono nelle strade...



(Il Manifesto 70x100)



(Il Manifesto 6x3)




permalink | inviato da il 30/3/2006 alle 14:56 | Leggi i commenti e commenta questo postcommenti (27) | Versione per la stampa


14 marzo 2006

"a.a.a.vendesi"

Vendesi personalità ideali passioni sogni desideri capacità intelligenza umorismo sarcasmo voglia di ridere voglia di fare voglia di conquistare voglia di  avere voglia di essere gloria serenità felicità caparbietà superficialità ira lussuria ambizione comprensione forza; tutto questo si vende ogni giorno in tutto il mondo, tutto questo si vende, il mercato globale delle identità perdute violentate abbandonate tutto questo si vende per un pugno di egoismo di vanagloria per un piatto di lenticchie tutto questo si vende e noi non sappiamo più chi siamo...




permalink | inviato da il 14/3/2006 alle 13:2 | Leggi i commenti e commenta questo postcommenti (5) | Versione per la stampa


11 marzo 2006

"Fine del sogno"

Le forze dell'ordine hanno impiegato gas lacrimogeni e sfollagente, impiegando poco più di 10 minuti per evacuare, nonostante la resistenza, i circa 400 studenti asserragliati all'interno. Alcuni degli occupanti hanno provato a resistere lanciando oggetti contro i gendarmi o formando catene umane, al grido di "Resistenza pacifica!" e "Polizia nazionale, milizia del capitale!".

10 minuti! 9 minuti! 8 minuti! 7 minuti! 6 minuti! 5 minuti! 4 minuti! 3 minuti! 2 minuti! 1 minuto!

Fine di un Sogno...




permalink | inviato da il 11/3/2006 alle 12:8 | Leggi i commenti e commenta questo postcommenti (16) | Versione per la stampa


9 febbraio 2006

"Le certezze"

Fausto: perchè non sei tu il leader del centrosinistra?? almeno sarebbe chiaro quale sarebbe la nostra "morte"!!! Ma perchè abbiamo così disperatamente bisogno di un leader??




permalink | inviato da il 9/2/2006 alle 0:11 | Leggi i commenti e commenta questo postcommenti (7) | Versione per la stampa
sfoglia     luglio       
 
 




blog letto 1 volte
Feed RSS di questo blog Reader
Feed ATOM di questo blog Atom

COSE VARIE

Indice ultime cose
Il mio profilo

RUBRICHE

Diario
il Tennis...
l'Amore
la Politica
il Goliarda
Tribunale o Tribb?
le persone "Care"...

VAI A VEDERE

Masaniello
Guarins
Fede
Compagno
Scorretta
Le galline
Specchio
Buon-vento


 

 

 

 

 

 

 

 

Questo blog non rappresenta  una testata giornalistica in quanto viene aggiornato senza nessuna periodicità. Non può pertanto considerarsi un prodotto editoriale ai sensi della legge n. 62 del 7/3/2001. Eventuali commenti rilasciati nei post che ledono l'immagine e/o l'onorabilità di persone terze, che diffondono materiale pedo-pornografico e/o razzista o fascista-comunista e/o incitante alla violenza  e all'antisemitismo e all'intolleranza verso tutti, anche gli intolleranti stessi, e/o a intento gravemente diffamatorio, non sono da attribuirsi all'autore, nemmeno se tali commenti sono espressi in forma anonima o criptata.  Qualora si dovesse riscontrare materiale protetto da copyright, lo si comunichi all'autore del blog che provvederà alla rimozione.
Questo è un blog anticomunista/fascista e antitotalitario, nello spirito della Costituzione italiana, e della Dichiarazione dei Dritti dell'uomo del 1948.


Vorrei vivere i loro sogni...


La Libertà che guida il popolo - Eugène Delacroix - Parigi 1830.


Vorrei essere qui...


Città del Vasto 15.8.2005 ore 4.51 a.m.



 Vorrei essere così...


Henry Matisse - La Danza - 1910


Vorrei...essere a Parigi a mangiare una Baguette
bevendo una coca lights in bottiglia di vetro e vedere
difronte a me:


Amore e Psiche - Parigi - Louvre


Mi trovi in Messenger a questo contatto:

lalla76@alice.it


Sto leggendo un pò qua e un pò là:

Il secolo breve 1914/1991
- Eric J.Hobsbawn -

Il Marketing politico ed elettorale
Politica, partiti e candidati a servizio dei cittadini elettori
-Antonio Foglio-

Hollywood lava più bianco
-Jacques Séguéla-

L'apparenza e l'appartenenza
-Angelo Mellone, Bruce Newman-


Adoro Mangiare

- Il Brodetto di pesce.
- Le costolette d'agnello.
- Gli Hamburger.
- I frutti di mare.
- Il Kebab.
- Le fragole con la panna.
- Il pasticcio di sgombro.
- Le cozze ripiene cotte al forno.
- Gli Arrosticini.
- I Gamberi con la maionese.
- Le patate fritte con la senape.



Filicudi e Alicudi visti dal'isola di Salina - Eolie - Estate 2004 -

Adoro Bere

- La Coca-Cola Lights in bottiglia di vetro.
- L'Acqua Santa Croce.
- Il Montepulciano d'Abruzzo.
- Havana 3 e Coca.
- La birra Heineken in bottiglia piccola.
- Frullato alla pesca con chicchi di frutto della passione e ghiaccio tritato.



- Quel Ramo del lago di Como - (niente male vero?)

Fumo


- Le Marlboro Lights (tra un pò smetto!!!)(no ho ancora smesso)


Quanto manca alla vetta??
Tu sali e non pensarci!!!

Ho bisogno di credere che qualcosa
di straordinario sia possibile...

Corro corro corro...domani parto così mi fermo...
almeno per un pò.


- Città del Vasto - Il Porto al tramonto -

CERCA